Valutare la qualità della ricerca nelle "aree non bibliometriche"

 

Valutare la qualità della ricerca nelle "aree non bibliometriche" è il titolo dell'incontro, organizzato dal Nucleo di valutazione dell’Ateneo di Udine, in collaborazione con il Nucleo di valutazione dell’Università di Trieste, che si è svolto lunedì 25 maggio 2015 nell’Auditorium di Palazzo Di Toppo Wassermann, in via Gemona a Udine, dalle 09.30 alle 13.00.

 

Tematiche dell’incontro, rivolto a tutta la comunità universitaria, intesa nelle sue molteplici articolazioni, sono stati temi attinenti alla valutazione della qualità della ricerca nelle aree “non bibliometriche”, quali le ragioni e le differenze della valutazione della qualità della ricerca nell'ambito delle aree non bibliometriche, le somiglianze e le differenze fra settori bibliometrici e settori non bibliometrici, la validità e i limiti delle metodologie correnti di valutazione. E ancora temi di natura più pratica, quali l'esperienza della VQR, il ruolo dell'ANVUR, l'effettivo impatto della valutazione della ricerca sulla politica universitaria.


I lavori, introdotti e coordinati dalla
dott.ssa Emanuela Reale (IRCRES CNR - Roma e Componente del Nucleo di Valutazione dell'Università di Udine) e dal dott. Giovanni Abramo (IASI CNR – Roma e Componente del Nucleo di Valutazione dell'Università di Udine), sono stati aperti dai saluti del Rettore, prof. Alberto Felice De Toni, del Delegato del Rettore per la Ricerca, prof. Roberto Pinton, della prof.ssa Angela Stefania Bergantino, Coordinatrice del Nucleo di valutazione dell’Ateneo di Trieste e Presidente del Coordinamento nazionale dei Nuclei di Valutazione delle Università Italiane (CONVUI) e del prof. Angelo Montanari, Coordinatore del Nucleo di valutazione dell’Università di Udine.

 

Si è entrati, poi, nel vivo dell’incontro con gli interventi del prof. Andrea Bonaccorsi, ordinario di Ingegneria economico-gestionale presso il Dipartimento di Ingegneria dell'Energia, dei Sistemi, del Territorio e delle Costruzioni dell’Università di Pisa e Componente del Consiglio Direttivo dell’ANVUR, del prof. Carlo Pennisi, ordinario di Sociologia del diritto presso il Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Catania e del prof. Stefano Poggi, ordinario di Storia della filosofia presso il Dipartimento di Storia e filosofia dell’Università di Firenze.

 

Agli interventi dei relatori, ha fatto seguito uno spazio dedicato al confronto con il numeroso pubblico presente e all'approfondimento dei temi affrontati dai relatori.